Il Dojo

Il termine Dojo è tradotto impropriamente come il luogo dell’allenamento.
In realtà, nella cultura orientale permeata di Zen, un ambiente pulito, silenzioso (per staccarsi completamente dalla vita dinamica, rumorosoa e frenetica), vuoto (senza alcun ornamento alle pareti, per non distrarre la mente dalle cose inutili e superflue), aiuta lo spirito a rilassarsi ed a concentrarsi.
Quest’ambiente è definito Dojo, il luogo dove il corpo e lo spirito si allenano per ritrovarsi.

Il Cerimoniale
All’inizio ed alla fine di ogni allenamento, il Maestro e gli allievi si inginocchiano, si siedono sui talloni e si rilassano per qualche istante ad occhi chiusi. Dopodichè recitano la regola del “Dojokun” ed infine si inchinano gli uni verso gli altri in segno di saluto e di rispetto reciproco.
L’inchinarsi ha molteplici significati: ogni allievo ringrazia il proprio Dio, i propri genitori, l’ente Supremo che gli ha concesso la salute, la forza ed il tempo di andare ad allenarsi; ed ogni allievo, nel ringraziare il Maestro, si dichiara pronto ad impegnarsi e seguire i suoi insegnamenti con tutte le proprie forze.
Il Maestro nell’inchinarsi agli allievi si dichiara sempre disposto ad insegnare e ad aiutarli.
Questa gestualità serve per rilassare il corpo e preparare lo spirito a ritrovare se stesso, anche se molti la considerano superflua, inutile ed una perdita di tempo.
Bisogna eseguire i vari gesti con calma e tranquillità, vivendo ogni istante intensamente.
In questo modo lo spirito dell’allievo, dal cerimoniale all’allenamento che segue, comincia ad essere sempre presente, attento e concentrato.

Norme di comportamento
Un aspetto importante è l’osservanza di determinate norme di comportamento:
ogni allievo deve salire sul tatami senza alcun oggetto (anelli, orologi, catene o altro).
L’osservanza di questa norma è duplice: sia, secondo la tradizione Zen, per concentrare la mente e lo spirito nell’allenamento senza distrazione alcuna, sia per l’incolumità propria e quella degli altri.
ogni allievo deve evitare di masticare gomme, caramelle o qualsiasi altra cosa durante gli allenamenti. Inoltre è severemente proibito partecipare agli allenamenti dopo aver ingerito sostanze alcoliche o farmaci particolari che potrebbero causare danni soprattutto alla propria persona.

Pin It on Pinterest

Share This